Crazy la “magia” è il sorpasso!

Crazy la “magia” è il sorpasso!

Crazy Volley – Polisp. San Giuliano 3-1 (21-25, 25-20, 25-16, 25-13)

Crazy Volley: Di Benedetto 15, Romanò 2, Ricci 5, Punzi 24, Guzzo 10, Bonomi 5, Barlotti (L). Di Loreto 8, Guerrini, Campi, Brachetti 1, Galetti n.e. All. Arienti, TM Campi.

A meno di un mese dall’inizio del campionato FIPAV, la Seconda Divisione affronta nel big match della prima fase della Libera Maschile, San Giuliano, che all’andata vinse al tie-break.
La sfida vale il primo posto del girone, con gli ospiti avanti di due punti in classifica, dato dalla strana formula del PGS che premia la vittoria al tie-break con i tre punti per la squadra vincente, uno per la perdente.
I rozzanesi devono dunque vincere 3-1 o 3-0 per staccare San Giuliano.
Gli ospiti si presentano, manco a dirlo, al completo con una rosa di tutto rispetto, con molti giocatori fisici e che hanno passato in categorie regionali.
Coach Arienti che ha avuto modo di preparare la gara in due settimane, oltre al test interno di lunedì con la Prima Divisione, perde all’ultimo Graziuso.
Senza Savini e il giovane Gaudet, indisposto, nella rosa dei convocati c’è spazio per Galetti.
La formazione che scende in campo prevede la diagonale Di Benedetto-Punzi, in banda Romanò e Guzzo, al centro Bonomi e Ricci, libero Barlotti.

Nei primi scambi San Giuliano parte forte, il Crazy fatica nella fase break, causa poca mobilità della seconda linea e un muro spesso scomposto.
Sul 6-10 Arienti ferma il gioco, Di Benedetto ricuce al servizio lo svantaggio, Punzi, in serata di grazia è una sentenza nel primo set mette a terra praticamente quasi ogni palla ( una murata e un errore a fine set).
Nonostante questo, i rozzanesi perdono contatto con un paio di sbavature che lanciano gli ospiti (17-20).
Altro time-out dalla panchina, per tentare di risolvere la questione in difesa, ma San Giuliano, guidata dal suo esperto palleggiatore non sbanda e chiude con un muro su Punzi.

Nella seconda frazione Arienti conferma il sestetto, anche se la partenza non è brillante, con Romanò che sbaglia due attacchi.
Dopo un iniziale sbandamento i neroarancio tornano a macinare punti recuperando il gap grazie ad un ottimo servizio, fondamentale che sarà decisivo a fine gara.
La ricezione ospite comincia a vacillare e il cambio palla diventa più scontato e in brave i centrali sono disinnescati.
Arienti si gioca la carta Di Loreto che subentra in banda per Romanò, mossa che paga perché il poliedrico attaccante sistema ogni palla sporca.
I neroarancio staccano San Giuliano 18-14, poi arriva anche un giallo per coach Arienti, reo di avere imprecato su un’invasione non segnalata, anche se a fine gara l’arbitro capirà di aver preso una cantonata.
San Giuliano molla il colpo ed è Di Loreto a chiudere il set: 1-1.

Nel terzo set la formazione che ha vinto è confermata in campo.
I neroarancio partono forte, con il solito Punzi a fare la voce grossa, Guzzo mantiene la sua gara di grande equilibrio, trovando un buon turno al servizio che lancia i neroarancio (10-6) costringendo il time-out ospite.
Di Benedetto trova un Ricci in grande spolvero con due ottimi attacchi che inchiodano la difesa dei blu.
Di Loreto in attacco è una garanzia e gli ospiti cominciano a sbagliare molto in attacco regalando un vantaggio che viene convertito in un 25-16 a fine set.

Con l’entusiasmo nella metà campo rozzanese, si apre la quarta frazione.
I rozzanesi continuano a martellare al servizio, il centrale ospite, vero nightmare dell’andata, va in affanno e Guzzo inizia ad iscriversi a referto con palloni importanti in attacco, tenendo alta anche la prestazione in seconda linea.
Il Crazy scappa 14-7, poi sul 19-10, arrivano due errori diretti.
Nella difficoltà Arienti manda in campo Guerrini, per Punzi, trasformando la diagonale classica, in quella a doppio palleggio.
La mossa paga perché Di Benedetto deposita nei quattro metri il cioccolatino servito, rilanciando i padroni di casa.
San Giuliano alza bandiera bianca, Arienti manda in campo Campi per Ricci e Brachetti che rileva Di Loreto in seconda linea: sarà proprio il vecchio volpone a chiudere la contesa con una pipe.
Grande vittoria per i neroarancio che firmano il sorpasso in classifica, ma grande onore comunque ad un avversario sportivo e corretto a fine partita con i complimenti fatti a coach Arienti per la grande prova della sua squadra.
Restano ora le due gare contro il fanalino di coda CUS Pavia e San Luigi Bruzzano terzo per conquistare il passaggio ai turni di playoff.
Ma a gennaio comincia anche il FIPAV, dunque il 2020 inizierà subito con il botto per i nostri ragazzi.

Al termine della gara ecco le dichiarazioni di coach Arienti sulla partita: “Abbiamo vinto meritatamente, grande merito ai ragazzi nell’applicazione della fase di battua che ci ha permesso di mettere molta pressione nella fase di cambio palla avversario.
Grazie a questo loro non sono riusciti a giocare con efficacia al centro dove sicuramente avevano delle ottime uscite che all’andata ci hanno fatto male.
Grande vittoria di squadra che fa chiudere il 2019 al comando e carichi per la seconda parte di stagione”.
Le parole dello schiacciatore Guzzo, autore di una prova di grande equilibrio: “Era una partita molto delicata e difficile.
Dopo il primo set abbiamo iniziato a fare quello che avevamo e stiamo continuamente facendo in allenamento, giocando con grinta e riducendo gli errori quasi a zero.
Quest’ultima situazione ancora da perfezionare.
Questa deve essere la prima di una lunga serie dove in campo e fuori si vede un gruppo unito con la voglia di fare bene”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *